Google - PING PONG

È diventata tradizione del corso, durante le feste di Natale, dare agli studenti un particolare momento di libertà nel pubblicare sull’account Instagram Instalabg un flusso di immagini associate in sequenza tra di loro da richiami di vario tipo: estetici, di significato e così via. In generale gli studenti possono utilizzare anche immagini riprese dal web o da altri contesti – anche se l’invito è ad usare immagini proprie.
Si genera così, con modalità a tratti frenetiche e comunque molto vivaci, una famiglia visiva che per molti versi ben illustra l’immaginario visivo dei giovani studenti che partecipano a questo divertente ma anche serio happening online. Pescando dalle fonti più disparate, sia “alte” che “basse”, dal cinema al fumetto, dall’arte alla pubblicità, dai meme alle rielaborazioni, questo flusso disegna un panorama che a volte rivela molto del pensiero visivo che anima le generazioni più giovani.
Il punto finale, quello della messa in mostra, rovescia le abitudini espositive: si è soliti usare il web come una vetrina dove pubblicare le proprie opere, mentre qui succede l’opposto, vale a dire che l’opera nasce sul web, in particolare su Instagram, per poi farsi oggetto concreto in Accademia. La scelta di quest’anno è stata quella di stampare una selezione delle immagini in un formato molto piccolo. In seguito, chiuse in scatoline trasparenti, sono state incollate alla parete a ricostruire la scritta Google – la grande madre visiva dalla quale provengono la gran parte delle immagini esposte.